Giuseppe Metrangolo, nato a Pisa, classe 90’.

Quando lo incontri capisci da subito che è una “Bella Anima”, cordiale educato, umile nei modi , regale nel portamento.
Un’adolescenza vissuta tra studi universitari e bartending della movida versiliana, anni nei quali ho sviluppato il mio ego e fatto crescere i miei sogni, qualcuno ancora da realizzare.
La versilia gli ha fatto conoscere persone da tutte le parti del mondo, ma soprattutto gli ha dato modo di esprimersi in uno dei mestieri più ricercati al mondo: Il bartender

Poi è arrivata la laurea in ingegneria ed una carriera tutta da costruire mattoncino per mattoncino.
La passione per la moda è nata dai primi eventi di Pitti uomo ai quali ha partecipato, dove la curiosità di capire come potesse nascere un capo d’abbigliamento e il connubio fondamentale tra gli accessori e un outfit è sempre stata al primo posto .
il suo concetto di moda nasce dalla scelta e della cura del dettaglio, perché il dettaglio è quella cosa che “distingue l’ arrivo e prolunga la partenza”, come amava ripetere Madame Coco.

Una delle prime persone che ha conosciuto del settore, diventato oggi un suo grande amico è il maestro di stile Stefano Agnoloni,maestro nel trasmette l’arte delle buone maniere e grazie a Stefano ha conosciuto Alessio e Stefania, persone dal cuore grande che per amor proprio e della propria città hanno creato il primo raduno dandy ad Arezzo oggi giunto alla terza edizione, e capace di far arrivare da tutta europa i “Figli di Oscar Wilde “.

Il dandismo rivisto in chiave moderna, con i principi pilastri della sua nascita, nel bel mezzo della fiera antiquaria di Arezzo, giornate in cui si crea un’atmosfera totalmente retrò e la mente di ogni Gentleman e Lady fà un tuffo nel passato.

La passione di Giuseppe e di Annalisa, la sua compagna, per la moda e per i filati continuerà a far conoscere loro persone e luoghi stupendi, ma l’outfit più bello che sta disegnando in ogni suo dettaglio è quello che lo accompagnerà in uno dei giorni più belli della sua vita, dove l’accessorio più bello sarà il loro sorriso.

Instagram Il gupi 

“Non scordarti mai di chi è riuscito a rubarti anche un solo semplice sorriso”