I suoi abiti danzano, ma non sono leggeri. Hanno un peso, un peso scultoreo. Lasciano un’impronta.
Come le donne per le quali sono creati. Donne forti, che sanno ciò che vogliono e che lasceranno un segno.

Lei è Angela Bellomo, e ha reso attuale il concetto di atelier. Un’atelier, il suo, che ricorda quello di Coco Chanel, ma con una inconfondibile impronta italiana. Una boutique-scrigno, dove il bianco è il colore guida.

Pugliese di nascita, milanese d’adozione, Angela Bellomo ha dedicato tutta la vita all’alta moda sartoriale, lavorando anche come stylist e direttrice creativa. Aprendo il suo atelier, è riuscita a dare nuova vita alla “buona sartoria”, attraverso la scelta di tessuti di pregio, lino e cotone purissimi, cashmere e seta, pizzi valenciennes; tutti cuciti a mano, a punto parigino. Un’eleganza universale e unica, non ascrivibile a nessuno stile preciso, dove echi di De Pero danzano con tracce di Lagerfeld.

I suoi capi danno la sensazione non di essere alla moda, ma di fare la moda. Abiti “bon ton”, blazer e pantaloni eleganti, abiti da sposa su misura, ma anche pantaloni cargo, tute e gilet dal taglio maschile, per un fascino indiscutibile e un’eleganza mai scontata; unicità, per un’allure inimitabile.

E forza,inesauribile: come ha sottolineato Angela, “le mie donne sono forti, sono regine, sono come le mie rose”.

Forza e meraviglia, per un sogno su misura.
E poi ci sono le scarpe, quelle con i lacci incrociati. Basta intravederle un attimo per capire che sono fatte per camminare danzando la vita, passo dopo passo, senza fare rumore, ma lasciando un’indelebile impronta.

L’atelier di Angela Bellomo si trova a Milano, in Corso di Porta Vittoria 31.

Articolo scritto da

Lara Fiorillo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here