Se le chiedi da quanto tempo la musica faccia parte della sua vita… la sua risposta è:
da sempre.
A undici anni frequentava già il Conservatorio come arpista, a sedici si è iscritta al corso di canto, a diciannove alla facoltà di Musicologia di Cremona.
Cristina sostiene che la musica permette di affrontare eventi più o meno belli che caratterizzano la propria vita arricchendoli di colori ed emozioni.

Nonostante la sua fisicità e presenza scenica, Cristina è grazie alla musica che ha trovato la sua dimensione e la sua sicurezza.
Lo studio della musica e del canto l’ hanno plasmata come persona e come musicista a tutto tondo, riconosce di essere stata fortunata nell’incontrare sul suo cammino artisti che l’ hanno aiutata a crescere attraverso competenza e professionalità.

Primo fra tutti il Maestro Gianfranco Cecchele, da poco venuto a mancare, che vantava palcoscenici importanti e compagni d’opera eccellenti come Callas, Cossotto, Caballé, Bruson, Pavarotti e molti altri.

E’ lui che ha plasmato la voce di Cristina e l’ha fatta diventare quella che è oggi.

….Ancora oggi provo una fortissima emozione quando entro nel personaggio di un’aria d’opera , è un flusso, un’energia che parte ” di pancia” e arriva sottopelle…e quando arriva anche al pubblico, beh, quella è l’esplicitazione di tanto studio, tanto lavoro sulla voce e con la voce, ma anche di grande soddisfazione emotiva…

 Cristina Gasparetto Soprano

cristinagasparettosoprano