Alessio Ginestrini ama definirsi  un barbiere di periferia,che non é mai sceso a compromessi con nessun venditore di “farfalle” ma ha contato sempre sulla gavetta fatta in bottega e che ancora non é finita.
Con orgoglio e emozione racconta di aver iniziato da bambino a spazzare capelli dal pavimento del suo maestro e di aver da sempre coltivato l’idea che un uomo abbia bisogno di un luogo esclusivo, un “Barber shop” dove simpatia e mani esperte possano prendersi cura di lui,interpretando e realizzando ogni suo sogno in materia di barba e capelli.
Aveva 15 anni quando giá lavorava in bottega e nei ritagli di tempo libero tagliava i capelli agli amici sul pianerottolo delle scale di casa sua,un piccolo spazio con finestra al secondo piano(condominiale )
Era allestito con una piccola poltrona girevole,con specchio davanti collegato a un mobiletto antico con tutto il necessario per il servizio.

Dopo il taglio si scendeva nel pianoterra dove c’era il bagno,pronti per fare lo shampoo .
Nell’attesa si poteva leggere giornali o riviste piccanti.
Il primo taglio di capelli veniva offerto il secondo per pochi spiccioli, la cosa importante per Alessio era fare esperienza.
Stefania Severi collaboratrice e moglie,ha intrapreso questo lavoro da ragazzina lavorava in un negozio di parrucchiere ,a soli 16 anni prendeva il treno per Firenze tutte le domeniche e lunedì frequentando l’Accademia Polverini (la più rinomata per quei tempi).
Il percorso é duro,ma la voglia di imparare é tanta ,il risultati non tardano ad arrivare
Approda a Milano dove frequenta l’Accademia Aldo Coppola e diversi saloni meneghini imparando la tecnica unica e inimitabile del Made in Italy.


Torna ad Arezzo e nel 1997 conosce Alessio ad uno Show a Fiuggi ed é subito simpatia e attrazione.

Oggi con uno studio appropriato si è specializzata nelle acconciature dal Rinascimento agli anni ’50 a seguire tutte le epoche.
Fu cosi, che 20 anni fa nacque IMPERO PROGRESSIVO Barber Shop& Hair Therapy
(zona Santa Maria delle Grazie) Arezzo,un salone che profuma di anni 40 dove si adottano tecniche da vecchia scuola riproposte in chiave contemporanea.
In un mondo dove Sempre più parrucchieri adottano sistemi sbrigativi per il taglio capelli (macchinetta elettrica e via) chiunque varchi la soglia del salone “Impero progressivo” ritrova la magia di un tempo: pettine, forbice e rasoio panno caldo…

Alessio e Stefania hanno un obbiettivo comune importante : portare questa cultura in tutto il mondo, creare un “BARBER Thempory” per le occasioni più importanti,offrire un’esperienza di rasatura d’epoca con attrezzatura vintage.
Sono molto richiesti per eventi privati dove si presentano con:

poltrona da barbiere del ’45, una toilette d’epoca da utilizzare per i panni caldi in cotone naturale,una bicicletta da barbiere anni ’40 (quando il servizio si faceva per strada)asciugamani bianchi,grandi morbidi e profumati,per una barba da Re!

Girovagano di cittá in città per far conoscere il loro concept di “BARBER SHOP“, tra le decine di eventi annui ai quali partecipano spiccano due su tutti :
il Pitti uomo Firenze e la fiera antiquaria di Arezzo dove completamente all’aperto in Piazza Grande vicino alla fontana del Vasari ricreano la bottega del tempo che fu,barberizzando passanti e turisti e acconciature retrò ,dedicando l’unico giorno libero di riposo al loro progetto “Una barba per solidarietà “raccogliendo offerte libere e spontanee da devolvere interamente alle famiglie indigenti aretine.

La differenza sta nella semplicità e l’amore per il nostro lavoro che diventa “counselor” depositario di segreti.

Seguiteli ne vale la pena

“Impero Progressivo Barber Shop Hair Theraphy “
Impero Progressivo.
info@imperoprogressivo.com

dal 2017 promotori e ideatori del

dandydays – maestri d’eleganza per le vie del centro, ma questa è un’altra storia che FREE MAGAZINE avrà il piacere di raccontare e supportare come media partner …