Da un’idea di Paolo Sassi, progetto e allestimento a cura di Simone Fantoni, STUDIOBOOM, Uroš Mihić
Casello Daziario Ovest di Porta Venezia
Piazza Guglielmo Oberdan 4
19 / 22 aprile, ore 13.00 – 19.00
Cocktail su invito, venerdì 20 aprile ore 21.00 – 23.30


È stata una volontà condivisa abbracciare il lavoro di una figura che in Porta Venezia ha vissuto e insediato il suo quartier generale: Elio Fiorucci, icona internazionale dell’arte in tutte le sue molteplici forme e personaggio fondamentale per la città.
Guardando all’opera di Elio Fiorucci è chiaro come l’amore sia l’energia motrice di tutto il suo vasto lavoro.
A partire dagli anni 60 fino ad oggi l’amore è tangibile in ogni sua manifestazione artistica, dalle grafiche alla rivisitazione e trasformazione di
oggetti cult, alle collezioni di moda, alle pubblicità. Amore a 360 gradi che ci è sembrato da subito in linea con i principi di inclusione dell’associazione Rainbow District Milano e una delle chiavi per la presentazione di questo progetto.
L’evento non sarà una retrospettiva o una mostra, ma un’installazione: un omaggio al processo creativo alla ricerca e al lavoro dell’artista.

 

Una collezione di colori, simboli, luci, oggetti iconici e scatti inediti, un intenso e immediato percorso all’interno di una parte del mondo di Elio Fiorucci che riflette la potenza del suo lavoro. Un breve percorso fotografico all’interno di una parte del suo mondo che fu permeato da una delle correnti artistiche più importanti del XX secolo. Una serie di scatti, alcuni inediti, ne raccontano la vita, le passioni e le amicizie spesso famose.
Come luogo simbolico di questo itinerario nell’immaginario di Elio Fiorucci sono stati scelti i caselli neoclassici di Porta Venezia, che
rappresentano lo storico accesso orientale della città.
SIMONE FANTONI
web: simonefantoni.com
Simone Fantoni, Interior&ProductDesigner, si propone di sintetizzare estetica e funzionalità nei suoi percorsi progettuali che vanno dall’idea creativa fino ad arrivare agli elementi tecnici e costruttivi di ogni realizzazione.
Attivo nei settori dell’architettura di interni, della grafica e dell’immagine ha come obiettivo quello di raggiungere l’equilibrio formale, cromatico ed estetico.
STUDIOBOOM
web: studioboom.it instagram: @_studioboom_
Studioboom nasce nel 2015 da un’idea di Fabrizio Piras (1984) e Flaminia Ratto (1985), si colloca nello scenario degli studi di architettura italiani come proposta di collettivo capace di intessere una solida rete con pluralità di soggetti.

Il loro processo di ricerca mira ad assorbire stimoli da molteplici sfere semantiche che si traducono in soluzioni tecniche personali tagliate su misura per ogni progetto.
Operano in diversi settori: nuova costruzione, ristrutturazioni, retail, ristorazione.
Gli allestimenti che propongono sono spesso caratterizzati dall’utilizzo di oggetti non convenzionali per creare delle ambientazioni inedite e suggestive.
UROŠ MIHIĆ
web: urosmihic.com instagram: @urosmihic
Designer cosmopolita di origine serba, Maestro di origami legato all’alta tradizione dell’artigianato italiano, grazie ai suoi studi ridefinisce l’antica arte del piegare la carta trasformandola in composizione geometrica nel susseguirsi delle pieghe. Attraverso le sue opere esplora le rotondità del reale, le simula in geometrie perfette frutto di un lavoro minuzioso intessuto di una progettualità rigorosa e replicabile solo attraverso l’unicità delle piegature del suo creatore.

press contact: GWEP public&media relations | Guendalina Perelli | cell. +393299388286 |

email: guendalina@gwep.it | gwep.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here