La storia è quella di un talentuoso e affermato progettista di automobili che, ad un certo punto della sua carriera, decide di abbandonare lo statico mondo del car design per catapultarsi nell’adrenalinico mondo del fashion e realizzare il suo sogno di stilista calzaturiero. Il passaggio è audace ma, quella stessa capacità di trasporre le sue emozioni nelle linee delle automobili, la converte nella creazione di calzature dall’innata dote di seduzione.

La sua avventura ha radici lontane, nella tradizione calzaturiera di famiglia. Si traduce così nella realizzazione di un sogno antico, supportato anche dalla moglie Emmanuelle che gli permette di reinventarsi e realizzarsi in questa nuova sfida.
La sua firma è “Lessi s more”: un’eleganza senza tempo, dall’impronta fortemente sensuale ma dal concept rigoroso e mai invadente. Il leit-motiv delle sue creazioni è senza dubbio il tacco, la cui altezza ideale per De Silva è di 10,5, non eccessiva al punto da diventare sfacciata, ma assolutamente ideale per proporzioni ed equilibri, a slanciare la gamba femminile e regalare all’andatura quella sensualità che da sola è in grado di attrarre.

Il tacco armonico e slanciato è l’elemento architettonico di assoluta novità stilistica, quasi una scultura tra il piede e la scarpa, dal diametro sottile e dai materiali leggeri, integrato perfettamente alle proporzioni eleganti di tutti i modelli.
Grande passione per i listini e il cutout nei sandali progettati per esaltare le linee del piede e al contempo per renderlo istintivamente armonico e sensuale.

I materiali sono classici ma proposti con micro lavorazioni e texture che evidenziano un approccio innovativo al prodotto: nappa, raso, suede e vernice. Tra i colori predominanti il nero sinonimo di eleganza tout court , ma non mancano il rosso,il bluette, l’oro e l’argento ad illuminare le serate piu trendy.
Tra i modelli icona vanno menzionate le decolletè a punta con scollo profondo e le pump con cinturino alla caviglia, declinate in versioni innovative grazie all’utilizzo di materiali che creano semi trasparenze. A tratti anche ironico con dettagli di fiocchi e foglie in pelle, ma squisitamente delicato.

Alla proposta 10,5 si è aggiunta ultimamente la versione più pratica da 7 cm che, pur nella sua praticità, mantiene un’intramontabile eleganza.
Dunque il tacco è l’elemento cult e dominante di queste creazioni, è la sublimazione della bellezza e del fascino femminile, esaltato ancor di più dalla magia della sera di cui questa scarpa diventa protagonista indiscussa e ammaliatrice di sguardi.

Scitto da

Claudia Grascia