La definirei così: un’esperienza multisensoriale, l’incontro con le creazioni di

Inna Zobova, titolare del brand Innangelo, nonché protagonista di una storia impregnata di passione che fuoriesce prepotentemente dalle sue opere capaci di innescare un gioco percettivo intenso sia alla vista che al tatto.

Un passato da modella di fama internazionale quello di Inna, un presente da fotografa e designer, connubio perfetto per poter esprimere ed esternare al massimo il concetto di bellezza estetica, pur innato in lei.

Protagonista del brand Innangelo è la seta, un materiale già di per sé stimolatore di sensi e ancor di piu’ nelle sue collezioni in quanto trait d’union tra la qualità tradizionale della manifattura italiana fonte della produzione artigianale e le stampe avanguardiste, realizzate dalla stessa Inna attraverso foto e schizzi dei piu’svariati elementi prevalentemente tratti dalla natura, o addirittura da artisti contemporanei che hanno liberato la loro creatività su texture di altissima qualità, dando vita a vere e proprie opere d’arte.

Il progetto di Inna prende vita dalle sciarpe ma si libra poi anche al mondo degli accessori luxury, come kaftani e tuniche. In particolare questi ultimi colpiscono per la loro versatilità, in quanto perfettamente indossabili quali beachwear di lusso, ideali sullo sfondo della luce soffusa di un paesaggio esotico al tramonto, dove le nuance estroverse si confondono con la flora marina, ma altrettanto appropriato per una serata glamour accostato ad una decolletè vertiginosa, per stupire con l’estrema eleganza della seta e la raffinatezza sinuosa delle linee e del plissè.

Uno stile disegnato per una donna strong, dalla personalità prorompente, dal fascino irriverente, sottolineato anche dall’uso preponderante del colore viola in tutte le sue sfumature, indice di un sapore dark, ma anche dall’animo romantico, sottilmente bohèmien, a tratti gipsy, che addolcisce le linee e incanta mostrando una donna quasi volteggiante sulle ali di una farfalla.

Stupisce la creatività e il desiderio di innovazione, sperimentazione…basta soffermarsi sulle proposte del tutto insolite di utilizzo dei foulard, quali accessori da annodare abilmente tra i capelli, da legare alla caviglia come monili stilosi o da allacciare alla borsa a mò di variopinta tracolla.
E’ un’anima profonda e attenta quella di Inna e traspare con prepotenza dalle sue opere traboccanti di grazia e impetuosità, in un connubio che incanta e avvolge…

www.innangelo.com

a cura di

Claudia Grascia