Milano – Zara Woman ha ufficialmente riaperto al pubblico, sempre in corso Vittorio Emanuele 11, a Milano a pochi passi dal duomo; il negozio si presenta ora su quattro piani molto ampi. Si tratta di 3500 metri quadrati di spazio e di un nuovo concept di negozio, ossia quello tech e ecoefficiente. Il nuovo format del punto vendita del brand spagnolo deve servire quale esempio per uniformare tutti gli altri negozi internazionali entro il 2020, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo digital. Vi sono inoltre degli specchi interattivi dotati di RFID che svolgono la funzione di uno stylist virtuale che suggerisce peraltro anche degli abbinamenti.

Il negozio aveva chiuso quattro mesi fa per poter eseguire la ristrutturazione. Le novità devono agevolare il consumatore che può godersi al meglio lo shopping: vi è tra l’altro anche un punto di raccolta per l’e-commerce per poter ritirare gli acquisti fatti online (zara.com) al secondo piano e il personale è dotato di dispositivi mobili per poter meglio interagire con il cliente. Le vendite online rappresentano oggi il 12% degli acquisti per Zara e sono in continua crescita.

Il negozio di Zara è attento alla sostenibilità, infatti è stato ristrutturato in maniera tale per avere un consumo inferiore, rispetto ad un normale negozio, del 20% per quanto riguarda l’elettricità e il 40% per quanto riguarda il consumo di acqua. L’illuminazione è a LED e il sistema di riscaldamento e di refrigerazione è stato pensato per essere efficiente e a basso consumo.

Il CEO di Inditex Pablo Isla è soddisfatto della riapertura. “Dopo il negozio di New York nella Fifth Avenue è questa riapertura la più importante. Si tratta di una location storica: Zara ha sede in Corso Vittorio Emanuele dal 2002 ed è stato il primo punto vendita italiano di Zara”, spiega Isla.

I colori scelti per la struttura rilassano la vista del consumatore e lo immergono in uno spazio dove il marmo prevale e si unisce agli ottoni e ai mosaici delicati. All’ingresso vi è un atrio molto ampio ove sovrasta un lampadario imponente in vetro di Murano e una scalinata a ferro di cavallo porta al piano superiore.

L’insegna esterna e illuminata “Cinema Zara” ha catturato l’attenzione dei molti ospiti che hanno partecipato alla riapertura mercoledì sera, ma anche dei molti passanti che si sono fermati ad osservare incuriositi dalla nuova estetica esterna del negozio. Tale insegna è stata ideata quale omaggio al cinema Astra: proprio al numero 11 apriva nel 1941 il cinema Astra per poi chiudere nel 1999.

Ad accogliere gli ospiti il giorno dell’apertura vi era un’orchestra di archi, un dj e delle proiezioni su di un maxischermo di film storici ambientati a Milano. Il maxischermo presente nel negozio è stato collocato esattamente nello stesso posto dello schermo cinematografico originale; un omaggio alla storia del famoso cinema è anche il pavimento: utilizzando il marmo si è cercato di ricreare quello storico del cinema Astra.

In concomitanza con la riapertura è stato inoltre allestito in piazza San Carlo un cinema all’aperto ove sono stati proiettati per alcuni giorni dei film storici ambientati a Milano; l’iniziativa è stata curata dalla Cineteca di Milano.

L’architetta Elsa Urquijo si è occupata della ristrutturazione e ha saputo collegare la storia del cinema Astra a un negozio di ultima generazione. Sono stati utilizzati anche dei materiali riciclati per quanto riguarda la ristrutturazione, inoltre Zara ha un occhio di riguardo per quanto concerne le materie prime che utilizza per la realizzazione dei capi.

Per la riapertura è stata inoltre ideata una collezione speciale di Zara Woman che è in vendita solamente in corso Vittorio Emanuele 11.

Il negozio di Zara Woman è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 21 in corso Vittorio Emanuele 11, tel. 02 76398177.

Concetta Bonaldi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here