A cura di Eleonora Allegrina  http://www.girlsontheroad.it 

La moda Gucci continua a stupire per eccentricità e prospettiva.  Anche l’ ultima collezione della Maison fiorentina ( che ha aperto la Milano Fashion Week Primavera/Estate 2018 ) strizza l’ occhio alla moda di strada, un po’ barocca ma con un’anima punk mascherata da sprizzi di femminilità. Ritornano i capi e gli accessori logati , le teste vaporose anni 80 e (prendete nota !!!!)…. il marsupio !!! Da portare avvitato stretto stretto !!!

Alessandro Michele ed il suo stile in controtendenza.

Inutile negarlo: la creatività un po’ al limite di Michele o piace, o no.

Alessandro Michele , uomo dalle mille passioni e dalla personalità istrionica, ha preso in mano il brand dopo il divorzio Gucci-Frida Giannini. In pochissimo tempo ha stravolto l’ idea glamour che prima Tom Ford ed in seguito la Giannini avevano cucito addosso al brand fiorentino. Proprio lui, in Gucci dal 2002, che per anni aveva lavorato fianco a fianco dei due stilisti, molte volte non condividendone la strada ma percorrendola insieme a loro in assoluta serietà. Tu quoque !!!

 

Non sembra essere uomo dalle mezze misure questo designer che mette grande passione e dedizione in tutto ciò che fa. La sua moda ripudia l’ omogazione attraverso un mix and match che sembra fortuito ma così non è. Prendiamo gli accessori : è sua l’idea dei mocassini senza tallone e foderati di pelo , capo di discutibile gusto ma che ha avuto un successo mondiale ( uno degli accessori più instagrammati e visti degli ultimi tempi ).

 

Vi dice qualcosa il termine Genderless ??? In breve si riferisce ad un modello di outfit senza identità si genere, che può essere indossato sia da lui che da lei. Alessandro Michele fu tra i primi a portarlo in passerella nel 2015, lanciando un trend che si sta espandendo a macchia d’ olio.

Tra riconoscimenti e successi ( e qualche critica dai puristi della moda che storcono il naso davanti alle sue collezioni ) Alessandro Michele sta scalando le vette del fashion world . Come finirà è presto per dirlo, ma scommetto che la sua filosofia sarà presto sposata da numerosi designer, desiderosi di togliere la polvere dai loro bozzetti per sposare un nuovo caos creativo !

Scopri di più sul sito http://www.gucci.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here