A cura di Manuela Cacace

 Paky Ferraro

Eleganza viene dal latino eligere che significa “scegliere”. Saper scegliere ciò che corrisponde alla rappresentazione che ognuno di noi ha di se stesso, gli abiti parlano, dicono chi siamo e, talvolta, chi vorremmo essere …

Per Free Magazine il Signor Ferraro Pasquale (nato in provincia di Crotone nel 1967) titolare della rinomata boutique “Gentleman”  in via Venezia 19 Ciro Marina, ci descrive la nuova eleganza maschile del ventunesimo secolo.

Quanto è importante l’eleganza per un uomo?

L’eleganza nell’abbigliamento di un uomo, è importantissima poiché delinea l’approccio con il prossimo, sia nelle relazioni professionali e sentimentali, diventando un vero stile di vita nel contesto sociale.

Perché crede nell’eleganza?

Credo nell’eleganza maschile poiché  è l’espressione di un appagamento psicologico e di uno status culturale e comportamentale della società attuale.

Quali suggerimenti sente di dare ad un uomo, per esaltare la sua immagine e per essere un vero gentleman?

L’eleganza non può essere insegnata, esistono però delle regole base che, permettono di ottenere uno stile impeccabile in ogni situazione.

Un guardaroba funzionale deve prevedere una gamma base di capi ed accessori di colori sobri da poter abbinare fra loro.

Gli evergreen sono fondamentali nel guardaroba del gentleman e sono elementi preziosi sia per l’ufficio, che per le occasioni mondane.

Nel guardaroba di un uomo elegante non può mancare:

La Giacca Monopetto. Indispensabile una di colore blu e consigliata una in tweed, da usare nelle situazioni più casual e informali.

L’Abito. Il primo abito da possedere deve essere rigorosamente blu e monopetto, il secondo, invece, sarà di colore grigio. Una volta acquistati questi, si potrà optare per varianti di colore e stoffa più particolari, mono e doppiopetto.

La Camicia. Bisognerebbe possederne almeno tre: una celeste, una bianca e una dalla fantasia millerighe con colori tenui.

    

Pantaloni. L’ideale è possedere tre paia di pantaloni, un paio beige, perfetto da utilizzare nel tempo libero, ma anche nelle occasioni semi formali, abbinato a giacca blu. Poi, uno blu, perfetto passe-partout per ogni situazione e uno grigio. Le Scarpe da giorno: di colore marrone e modello tipo brogue, a doppia fibbia o loafer.

Le Scarpe da sera: impeccabile una oxford da sera di colore nero opaco.

Jeans. Indispensabili nel guardaroba, un paio di blue jeans dal taglio classico e preferibilmente senza lavaggio.

IlCappotto. L’ideale è approcciare con un cappotto grigio, mono o doppio petto a seconda dei gusti. Si tratta di un colore adatto a diverse situazioni formali e informali, e facilmente abbinabile al blu, al nero e al marrone.

Il Maglione.  Perfetto in cashmere a doppio filo. Per quanto riguarda i colori, si consiglia di acquistarne uno blu e panna e uno di un colore più acceso, ad esempio azzurro o rosso rubino.

IlTrench. Un trench o impermeabile in stile Burberry, preferibilmente di colore beige, rappresenta il capospalla ideale per le mezze stagioni.

 Che rapporto c’è tra l’eleganza e l’abbigliamento maschile?

L’abbigliamento è un’arte, un’abitudine un sentimento che esprime l’eleganza innata.

 

Quali accessori rendono chic un uomo?

Primo su tutti è la pochette, un dettaglio ornamentale del ‘700 da porre nel taschino lasciandolo cadere a “cascata”.

I gemelli hanno riconquistato il palcoscenico dello stile maschile, acquistando ruolo da protagonisti, conferendo un tocco di classe all’outfit da uomo, da indossare con camicie che hanno il polsino alla francese detto alla moschettiera.

Sempre di origine Francese, la cravatta con i vari nodi è un accessorio intramontabile.

Francesina:  il nome è un chiaro rimando alla cultura transalpina, modello semplice, rigido e raffinato, che rappresenta l’eleganza con  un’anima forte. Il tratto distintivo più evidente è la mascherina cucita sopra i gambetti, che tendono a unirsi lungo la longitudine della scarpa verso il centro, in prossimità del collo del piede; imbrigliati sotto le stringhe chiudono la scarpa attraverso cinque coppie di fori passanti, di cui l’ultima riservata al fiocco. La decorazione classica – qualora non venisse presentata una scarpa liscia – è un ricamo a fiore (detto broguering), traforato sulla punta, che può estendersi, secondo geometrie diverse per il resto della superficie.

 

“Il buon gusto nel vestire è un dono innato, l’indumento più importante da indossare è l’educazione dei gesti e delle parole che vestono l’eleganza e lo stile del vero Gentelman”