“Tu mi conosci.

Dammi una gonna di tulle e un tocco di vecchio West e sono perdutamente tuo.” Diceva Nigel a Miranda Priestly nell’indimenticabile Il diavolo veste Prada.
Per la collezione AI 2018, Elisabetta Garinei fa proprio questo: elabora un western-mood in chiave chic, ispirandosi ai film di Sergio Leone.

 

Maniche a farfalla sollevano la pesantezza delle ampie gonne asimmetriche e, viceversa, leggerissime gonne di tulle vengono abbinate a cinture pesanti (in perfetto stile western, ma con un tocco di eleganza e sensualità) e giacchini dall’aspetto più rigido, semi-strutturato. Il punto vita è protagonista, le spalle messe in risalto.

Il lungo si impone, declinato in tutte le sue possibili varianti, impreziosito dal cromatismo ombroso delle nuances nere e grigie, reso maestoso dall’allure delle sete preziose. Spunti di epoca vittoriana si intrufolano piacevolmente nella collezione, stemperati da un tocco bohémien che ben si armonizza con le atmosfere western.
È proprio questa la cifra stilistica di Elisabetta Garinei, la contaminazione.

Una contaminazione sapiente e studiata, capace di creare un fascino contemporaneo e rétro insieme, che collezione dopo collezione unisce il vecchio e il nuovo mondo, Oriente e Occidente, passato e presente. Dove uno stile vagamente Est-Europeo si sposa con sete dal sapore orientale, e non manca l’intrusione del camo; dove un kimono viene alleggerito e rivisitato in chiave gioiosamente campestre.

Una sensualità elegante, a tratti quasi mistica, è ottenuta grazie ai preziosi tessuti eterei, dalle trasparenze discrete.
L’approccio sartoriale caratterizza i capi dell’atelier, i quali possono vantare una vestibilità impeccabile, anche grazie ai tagli particolari.

Altro punto di forza delle creazioni di Elisabetta Garinei è l’accurata selezione di tessuti preziosi, come la seta e il cashmere, e l’utilizzo di lavorazioni in pizzo eseguite interamente a mano. Il chiacchierino, recuperato da tradizioni passate, rende unici gli accessori, conferendo un tocco di eterno vintage.
Immancabile, la signature bag Danielle, resa unica dall’immancabile chiusura con l’emblematico leone, viene proposta per l’ AI 2018 in colori scuri, dal marrone al blu, al nero, ma anche in tonalità calde, come l’arancio o il bordeaux.
La donna Garinei non passerà mai inosservata: la sua personalità parla attraverso ciò che indossa.
Elisabetta Garinei: uno stile eclettico, per una femminilità mai scontata.

Il fusion-fashion abita in questo atelier.

Articolo Scritto da

Lara Fiorillo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here