Un’autentica passione per i tacchi quella di

Annabelle Tsitsin http://www.byanabelle.com/,

giovane stilista israeliana che traspone il suo personale amore per le belle arti nel suo lavoro, dando vita al suo brand nel 2016.

     

E si puo’ certamente affermare che l’ispirazione artistica emerge chiaramente dalle sue originali creaazioni: calzature la cui firma inconfondibile è la “A” di Anabelle, leggibile sui tacchi, ricreata con un’elegante gioco di linee e strutture che le regalano quell’allure di opera d’arte.

La prestigiosità è data anche da una minuziosa attenzione ai dettagli che spaziano dalle piume ai cristalli, fino all’utilizzo di materiali esclusivi quali il satin e pellami pregiati di lavorazione interamente italiana.
Già dal primo impatto visivo ci si accorge subito che si tratta di uno shoes style al di fuori della massa: forme architettoniche che si fondono armoniosamente con linee morbide e  sinuose in cui il mood che emerge è l’estrema femminilità, senza tralasciare però la caratteristica della comodità.

Femminilità e sensualità non può non trasparire dalla scelta prepotente dei tacchi a spillo,da sempre sinonimo di sex appeal e conquistatori di sguardi.

   

  

 

Tra i modelli spiccano in assoluto le intramontabili decoltè, declinate in una originale versione grazie all’inedita struttura del tacco e rese versatili grazie alle molteplici nuance che spaziano dal classico B&W al trendy e raffinato nude fino agli esplosivi silver e gold, nonché ai delicati colori pastello primaverili che danno un tocco romantico e bonton avvalorato dall’uso del satin.

Del tutto accattivante e glam la collezione dei sandali.

Quelli di ispirazione parigina, dove la struttura della Torre Eiffel viene riproposta in un gioco di intrecci nella parte posteriore, arricchito e reso ancora piu’ lussuoso dal luccichio dei cristalli swaroski che sembrano avvolgere la caviglia femminile in un voluttuoso intrico di listini.

  

Sempre nella versione di sandalo alla schiava, lo stesso modello viene addolcito dal tocco romantico del gioiello cristallino che ritroviamo come leit-motivan che nei sabot e nelle ballerine.Trovo di estrema classe l’accostamento tra l’oro dei tacchi e il satin rosso o nero dei sandali estremamente lineari nella forma e puliti nel design ma mai scontati.

Quello che leggo in tutte le collezioni è sicuramente una profonda passione e il sogno realizzato di regalare alle donne un accessorio che incarni l’innato desiderio di ognuna di noi di sentirsi a proprio agio senza mai rinunciare alla magia della seduzione.

E cosa c’è di piu’ seducente di un tacco audacemente indossato?

A cura di Claudia Grasci a 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here