Osservate bene la foto sotto riportata, è stata trovata i rete e dedicata al progetto e alle persone che lo portano avanti con amore e dedizione dalla Gallerista Barbara Paci e Suo Marito Piero ai quali va un grazie enorme per tutto quanto hanno fatto fanno e faranno per questi ragazzi.

Questa immagine racconta il motivo per il quale quando incontriamo qualcuno meno fortunato di noi, dobbiamo sorridere e tendere la mano senza pensarci neanche un attimo…perchè fare del bene fa stare bene, perchè quell’espressione in primo piano è un tesoro da proteggere e da divulgare …

A.M.

Per poter spiegare quanto accaduto sabato 29 settembre 2018 a Pietrasanta è necessario partire dall’inizio:

Durante l’estate ha avuto luogo un progetto al NIMBUS club che insieme allo sport, includeva un laboratorio di pittura all’aperto..dove meravigliosi diversamente artisti…hanno ritrovato il sorriso attraverso colori matite, pennarelli…ma questo è stato solo l’inizio di un percorso approdato ad un grande evento per poi proseguire e non fermarsi più.


Attraverso l’arte è più facile comunicare, e le parole diventano supeflue, l’Arte non va spiegata, ma va sentita, l’Arte si trasforma nel mondo migliore per poter sussurrare

“CI SONO ANCHE IO”.

Questi splendidi ragazzi hanno Partecipato di persona al completamento dell’opera del maestro Matteo Castagnini in piazza Duomo a Pietrasanta.
L’artista insieme ai “nostri” (nostri !!!!!!) diversamente artisti si sono tenuti per mano e tutti hanno potuto vedere e percepire la splendida performance che ha evidenziato il grande messaggio di comunione fortemente voluto dietro a questo progetto attraverso la scelta di Matteo Castagnini che ha accolto altri artisti dentro la sua opera.
Contestualizziamo un pò il tutto ….

Francigena: verso la Tuscany Marathon, una targa in bronzo di Castagnini per il benvenuto ai pellegrini ed il monumentale drappo (26 metri) dipinto dalle mani speciali

Una piastra in bronzo raffigurante la conchiglia, uno dei simboli per chi percorre il cammino, all’ingresso del centro storico per dare il benvenuto ai pellegrini di tutto il mondo.
La sua gemella è stata fissata lo scorso anno a Porta a Lucca, all’uscita del centro storico, in direzione Lucca.

A firmarla è

Matteo Castagnini, sempre più artista della Francigena, che aveva già realizzato la piastra gemella di via Garibaldi, il bassorilievo all’interno del Parco della Lumaca sopra l’antica Fontana del Pellegrino e la targa in bronzo sul cippo marmoreo di piazza Matteotti che indica i 450 km dalla tomba di San Pietro.
La piastra, la cui fusione è stata donata dalla Fonderia Artistica Mariani, è stata inaugurata sabato 29 settembre alle ore 12.00 dal primo cittadino, Alberto Stefano Giovannetti, il Presidente del Consiglio Comunale, Paola Brizzolari e l’Assessore all’Associazionismo e alle Tradizioni Popolari, Andrea Cosci e dagli Amici della Via Francigena Pietrasanta organizzatori della seconda edizione della Francigena Tuscany Marathon, la prima maratona sulla via Francigena della Toscana sull’antico itinerario di “Sigerico” da percorrere solo ed esclusivamente camminando (42 km) a cui sono iscritti 2700 partecipanti e che si è tenuta domenica 30 settembre con partenza da Piazza Duomo.

L’altro grande evento a corollario della Francigena Tuscany Marathon dei record è stato il grande drappo, lungo 26 metri, che è stato calato lungo il campanile del Duomo.
La sua originalità, quest’anno è rappresentata dal messaggio ma anche da chi, questo messaggio, lo ha costruito passo dopo passo , come i ragazzi speciali delle Briccole Special, Cuore Speciale.
Sono stati loro le loro mani a dipingere parte del drappo.

“Sono le mani dei ragazzi che hanno partecipato al progetto estivo Onde su Tela, Onde su Vela realizzato in collaborazione con il Nimbus – spiega Manuela Bascherini, Presidente Cuore Speciale – Lo sport e l’arte superano ogni barriera.
Questa per noi è stata la prima grande occasione per comunicare che nelle differenze ci sono valori aggiuntivi che non vanno bloccati per semplici barriere mentali. Il maestro Matteo Castagnini ha accolto i nostri Ragazzi all’interno del suo progetto e della sua opera. E’ stato un grande gesto di comunione che è anche lo spirito della Francigena”.

Manuela 

Cuore speciale

Briccole special

I NOSTRI ragazzi #cuorespeciale #lebriccolespecial

Gepostet von Cuore speciale am Samstag, 29. September 2018

Un ringraziamento speciale a

Cesare Riccardi e Dolores Benini fotografi che hanno dato la loro disponibiità nel raccontare questa splendida giornata .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here