“La farfalla bianca”, in ricordo di Cecilia Tommasoni simbolo di forza e integrità

Titolo: La farfalla bianca
Autore: Marina Kessler
Genere: Biografia
Casa Editrice: Reverdito Editore
Pagine: 173
Prezzo: 15,00 €
Codice ISBN: 978-88-342-0064-3
«Lasciare a noi le sue memorie, forse, era un po’ come un conforto per la sua anima: un
modo per conservare qualche dettaglio caro della vita, un momento speciale, un ricordo
spiritoso, o soltanto un istante da preservare dall’usura del tempo spietato […]».

Il ritratto di una donna forte che incarna integrità e altruismo è quello che emerge dalla
biografia di Cecilia Tommasoni dal titolo“La farfalla bianca”, scritta dalla figlia Marina
Kessler.

Titolo che diventa espressione metaforica di una figura pura e spirituale.
Nel racconto la vita della moglie del politico Bruno Kessler viene ripercorsa fornendone
un’immagine inedita lontana dalla veste pubblica.A fornire i tratti distintivi la figlia che
intende lasciarne memoria soffermandosi sull’aspetto personale e più intimo di Cecilia,
quello meno conosciuto.

Dagli anni infantili alla formazione scolastica, passando dai rapporti familiari fino all’incontro con l’uomo della sua vita. L’esistenza della protagonista viene raccontata nella sua interezza prestando attenzione all’aspetto umano.

Nel libro il lettore si appresta a tornare indietro nel tempo per rivivere le emozioni delle stagioni più
belle e non solo della vita di Cecilia.

Una bambina poi divenuta donna dalle idee molto chiare, indipendente e autonoma che nonostante il ruolo di spicco del marito non ha mai smesso si costruirsi uno spazio tutto suo: l’insegnamento, il giardinaggio, la maglia, la musica e tanti altri interessi hanno arricchito la sua esistenza. La sua immagine viene ricostruita dalla figlia con la quale non aveva avuto un rapporto semplice.

La figlia attraverso i ricordi delle persone e delle amiche che l’hanno conosciuta finisce per scoprire anche dei lati inediti della madre.

Una persona impegnata nel sociale e attenta all’educazione dei figli , che ha fatto dell’insegnamento della religione una vera vocazione fino alla fine. Marina fornisce ai lettori un diario di vita della madre completo e accurato con tanto di fotografie. Un libro che descrive l’evoluzione spirituale di Cecilia attraverso la sua continua voglia di mettersi sempre in discussione, senza precludersi nulla.
L’aspetto che colpisce maggiormente della protagonista è che dietro un’immagine severa
e rigorosa si nasconda una persona dalla profonda sensibilità, soprattutto nei confronti dei più deboli dimostrando come l’umiltà sia una dote che può appartenere a chiunque, a
prescindere dal ceto sociale di appartenenza . Bisogna mettersi a disposizione degli altri
non lasciandosi distrarre da cose futili.

La lettura del libro aiuta il lettore ad immergersi nella vita di qualcun altro in cui risaltano alcuni aspetti fondamentali: il rispetto verso noi stessi e verso gli altri, l’umiltà e la consapevolezza che la ricchezza di una persona non dipenda dal ceto sociale occupato ma dalla capacità di fare qualcosa senza chiedere nulla in cambio.

Marianna Levili

facebook.com/marina.kessler.9216
www.reverditoeditore.it

Link di vendita

www.amazon.it

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna – Phone:+393396038451

Sitoiltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com

Facebookwww.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Maililtaccuinoufficiostampa@gmail.com