a cura di Eva Musci    

 

Dopo, tutto è più Dolce                                              
Ma l’amore capita a cinquant’anni? Capita ancora? Se lo chiede Betta Bennet, protagonista del romanzo d’esordio di Camilla Dell’Orto Necchi edito da Piemme.
Betta è una donna volitiva, viziata dalla vita, lavora come stylist per una prestigiosa rivista di moda, ogni suo servizio è strapagato, da qui limousine, feste, shopping di lusso, una casa in centro Milano, lunghe vacanze a Formentera e frequentazioni importanti, e l’amore? Betta non ha mai avuto tempo per l’amore ubriacata com’era dal rutilante mondo della moda, un giorno però, complice la crisi economica, tutto questo improvvisamente finisce, e il suo mondo d’orato le volta le spalle, non è più nessuno. Si trova così, sola a cinquant’anni, a reinventarsi una vita e un lavoro, scoprendo quasi per caso , che quella passione per la raffinata arte di accogliere, può diventare la sua ancora di salvezza, nasce così +DOLCE il suo catering che con poco, ma tanta fantasia e molto buon gusto realizza party esclusivi per la Milano che conta.

Con lei nel libro entrano ed escono a più riprese, come nella vita reale, tanti personaggi, l’amico d’infanzia Tito, lupo di mare ritornato dopo vent’anni a Milano, che con il suo “Baby, stay beautiful!” e quell’aria da bello e dannato, fa innamorare tutte le donne, anche lui incapace di una relazione fissa ma con profondo e sincero affetto per Betta, tanto da entrare in affari con lei e permetterle di usare il suo ristorante come base operativa; l’inappuntabile e super conformista avvocato D’Arsi, che non riesce a esternare il suo amore per il figlio Jacopo, e poi Costanza, Margherita, Silvio, Francesco …..

Così tra feste da Pomellato, Malboro, o nelle case di via Borgonuovo, e weekend a Cortina D’Ampezzo o in barca a vela nell’arcipelago toscano, Camilla Dell’Orto Necchi, descrive Milano, la movida, lo scintillante modo della moda, i rapporti umani e perché no anche quell’incredibile laboriosità tutta lombarda, che non si arrende mai. I personaggi sono ben costruiti e credibili, le situazioni ben descritte, il romanzo scorre veloce come è veloce la vita moderna.
Buona lettura!
Eva Musci

Le autrici