Free Magazine è un progetto ambizioso, che vuole portare arte, cultura, territorio e persone “nelle mani” di chi può apprezzarle, e valorizzarle.

Crediamo che una comunicazione efficiente passi da uno storytelling avvincente, non soltanto digitale ma anche cartaceo.

Il piacere di sfogliare una rivista, di conservarla, di rileggerla o di mostrarla, è qualcosa che il web non ha ancora saputo sostituire.

Quindi si assolutamente alle nuove frontiere del digitale, al sito, Facebook e Instagram, ai video e alle condivisioni ormai quotidiane, ma un grande SI anche al cartaceo, alle notti passate a correggere le bozze, all’attenzione dell’impaginazione, al lavoro attento di scrittura e di revisione, di grafica e di fotografia, per dare un prodotto sempre migliore.

Un progetto editoriale non potrebbe essere realizzato da una o due persone, e quindi  ci sono molti professionisti che hanno creduto (e che stanno credendo) in questo progetto di comunicazione.

Ci sono numerosi collaboratori che, con le loro rubriche, danno vita alla rivista cartacea (troverete presto i loro nomi e i loro contenuti in una sezione apposita del sito).

Ci sono i professionisti di Ushconsulting (www.ushconsulting.it) che, con le loro competenze, aiutano a “tenere la rotta” del progetto integrandolo con asset e competenze di valore.

Ci sono i professionisti di Demios (www.demios.it), senza i quali questo testo non sarebbe qui, e questo sito nemmeno, che tra i primi hanno creduto nel progetto e stanno investendo il loro lavoro per permetterci di fruire di un formato elettronico sempre più piacevole e aggiornato (grazie Davide e Aurelio!).

E infine ci siamo noi, i due “matti” che hanno iniziato questa avventura e stanno stringendo i denti per farla decollare: Alessio Musella, fondatore e “primo editore” del progetto, e Tobia Bearzotti, responsabile editoriale e supervisore di tutta la parte digitale.

Non possiamo che augurarvi buona lettura, sperando che possiate seguirci respirando un pizzico della passione che ci mettiamo, ogni giorno.