Se ci dicessero di avere solo altri pochi mesi su questa terra, solo delle settimane contabili sulle dite di una mano e non la vita, cosa faremmo…cosa penseremmo e cosa vorremmo dire… Io nel mio disordine totale, più di loft che di vita, saprei perfettamente cosa fare, dire e pensare.
Nella quotidianità non ci fermiamo mai a pensare che siamo solo di passaggio in questa vita, che prima o poi e si spera sempre nella seconda, dovremo lasciare questo mondo.
Io vorrei passare ogni attimo con le mie due piccole a quattro zampe, vorrei scrivere storie d’amore che un giorno leggerete ai miei nipoti, qualcuno dovrà portare avanti la stirpe, no?
Vorrei bere vino ghiacciato, anche se forse non sarà la cosa più indicata da fare, sotto le stelle, vorrei continuare a pensare a te anche negli ultimi giorni, pensarti ma non dirtelo. Vorrei ridere ed ancora ridere per nulla, proprio come ho fatto oggi, vorrei abbracciare l’amica a Dublino, rivedere l’amico fiorentino e passare il tempo con le persone della mia quotidianità e con loro vivere gli ultimi istanti.

Vorrei fare lunghe passeggiate a cavallo sotto la pioggia e viaggi in macchina senza una meta, ma solo per la voglia di guidare, solo per la velocità che ha sempre segnato la mia vita.

Vorrei guardare negli occhi chi ho avuto la fortuna di conoscere, per portare con me tutte le sfumature, un sorriso, un profumo, un sapore.

Vorrei amare, senza limiti a parte quello del tempo, vorrei baciare, vorrei non piangere e farmi stringere. Guarderei Colazione da Tiffany.

C’è posta per te e leggerei D’Annunzio con l’abito da sera più bello. Ascolterei vecchi vinili, lasciandoli andare per tutta la notte, fin quando la puntina non comincia a gracchiare.
Scriverei bigliettini per i prossimi Natali, da inviare alla mia famiglia come se io fossi sempre lì…e finirei il mio libro, che con una pubblicazione postuma avrà un successo sicuro…solo questione di statistica!!
Scriverei lettere, pensieri e semplici parole per starvi accanto anche quando non ci sarò e le nasconderei tra gli oggetti della vostra quotidianità…qualche lettera potrei anche spedirla per chiudere ogni discorso lasciato in sospeso anche con le persone più lontane, credo tanto nella forza delle parole.
Non farei grandi viaggi, non avrei il tempo e penso nemmeno la forza, vorrei non perdermi nemmeno un secondo e pensare molto meno ma vivere l’istante.

Siamo unici, insostituibili, viviamo istanti che si trasformano in ricordi, siamo carne ed ossa, siamo azioni che rimangono, parole che risuonano nella mente di chi le ha ascoltate, siamo musica e danza, siamo abbracci e profumi, siamo sorrisi, occhi lucidi e sentimenti, siamo immortali nelle azioni e nei pensieri di chi rimane…

Non dovremmo pensare al domani, non abbiamo certezza alcuna, ma dovremmo imparare a vivere i sentimenti in maniera costante, dovremmo imparare a riconoscere quello che ci fa stare bene sempre e lottare per quello, dovremmo prenderci cura delle persone e dare molti più baci sulla fronte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here