Non c’è mai un perchè quando qualcuno se ne va prima del tempo…

Quando è una malattia inaspettata, e sconosciuta a portare via un nostro caro ,trovare le risorse affinchè qualcosa possa cambiare in campo medico farmaceutico è una sorta di missione, che ci fa sentire meglio, perchè “cerchiamo di dare un senso a quello che un senso non lo ha.”

 

Alessandra Gozzini Nuti ha costituito l’Associazione Luca Nuti, per Sostenere la ricerca di malattie neurodegenerative di origine prionica , malattie rare  e sconosciute che ad oggi non hanno ancora una cura e ciò porta in breve tempo alla morte.

“Ho costituito questa associazione a nome di mio marito che purtroppo per questa malattia è volato in cielo troppo presto..”

A.G.N.

Luca Nuti è nato il 20 maggio 1970 a Fucecchio.

Alessandra l’ha conosciuto nel 1990 e da allora non si siamo più lasciati.

Il 13 dicembre 1998, si siamo sposati nella chiesa Collegiata di Santa Croce sull’Arno e insieme hanno affrontato le difficoltà quotidiane sempre con grande armonia.

La loro vita è cambiata il 27 gennaio 2017 quando Luca, colpito da un malore improvviso, è svenuto tre volte ed è stato ricoverato per accertamenti nel reparto di neurologia dell’Ospedale “Cisanello” di Pisa.

Dopo un mese di penosa attesa, è stato dimesso con la diagnosi di “probabile encefalopatia spongiforme sporadica”.

Increduli e angosciati dal referto, il 24 febbraio 2017 consigliati da persone a loro care, si siamo rivolti al Professor Gianluigi Zanusso dell’Ospedale di Verona per un riscontro.

Purtroppo, il Professore ed il suo staff, hanno accertato, tramite l’utilizzo di test da loro sperimentati, l’inesorabile ed effettiva presenza della malattia.
Alcuni giorni dopo, tornati a casa, Luca è ulteriormente peggiorato ed è entrato in uno stato vegetativo dal quale non è più uscito.

Hanno affrontato e combattuto questa malattia insieme, nella loro casa di Santa Croce sull’Arno.
Alessandra lo ha assistito giorno e notte per 18 mesi, con totale dedizione ed un amore unico, ma non è stato facile vederlo soffrire in quel modo.

Luca è volato in cielo il 12 agosto 2018.

Alessandra Ha sempre pensato che ci fosse una spiegazione oltre la logica a quanto è loro accaduto ed è anche per questo che ha deciso di costituire questa Associazione.

Per tenere vivo il suo ricordo in tutti quelli che gli volevano bene e nella speranza che i fondi raccolti da questa Associazione, siano utili alla ricerca medico-scientifica e ad aiutare le famiglie che soffrono per tali malattie.

..Non bastano le parole. Quelle volano. 
Ci vogliono i sorrisi e ci vogliono gli abbracci.
Ci vogliono i gesti e ci vuole la complicità. 
E poi ci vuole la presenza. Ci vuole tutto quello
che non vola. Ci vuole tutto quello che resta…

“La malattia ti ha portato via da me a soli 48 anni ed avevamo tante cose da fare insieme, come invecchiare, fare viaggi, stare abbracciati ed amarci ancora e poi ancora, ma questo non è successo, ma io ti ho promesso che verrò da te staremo sempre insieme amore mio ❤️”

A.G.N.

Associaciazione Nuti Luca

www.associazionenutiluca.it

associazionenutiluca@gmail.com

Come associarsi
Fai una donazione