Un incontro quello di Piero Luigi Carcerano e gli artisti Zhang Hongmei e Xu De Qi per tracciare un percorso artistico affinché il design e l’arte possano integrarsi in un linguaggio comune di espressione.
I mobili di Piero Luigi Carcerano diventano l’architettura per accogliere le opere di due grandi artisti cinesi: Zhang Hongmei e Xu De Qi, che attraverso la possibilità di interagire
con lo spazio tridimensionale riescono ad assegnare alla loro opera un valore cinetico che libera la loro creatività su piani compositivi differenziati.
Un modo per rappresentare la creatività non in due dimensioni, ma in modo tridimensionale affinché si possa parlare di comunicazione diretta ed integrale tra colore, luce forma e spazio per fondersi in una scena onirica e coinvolgere il pubblico nella rappresentazione dell’opera d’arte che diventa tangibile nel momento in cui il mobile si appropria della sua funzione.

Piero Luigi Carcerano 

www.carcerano.it
Piero Carcerano si laurea alla Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Torino nel 1980 e nello stesso anno fonda lo Studio CPL.

Dal 1994 al 1997 è stato professore a contratto alla Facoltà di Architettura all’Università di Chieti. Nel 1999 realizza il primo Centro di Realtà Virtuale d’Italia e dal 1999 al 2014 è A.D. della Carcerano S.p.a., a Torino. Nel 2015 riceve a Napoli il premio “Cultural Classic Excellence” per l’architettura e il design.

Oggi è il General Manager della Future Design (studio di architettura e industrial design che si occupa di stile, design, tecnologia, innovazione e comunicazione)e dal 2017 è tutor per lo sviluppo di startup alla Shandong University Technology, in Cina.

Zhang Hongmei  

www.zhanghongmeiart.com
Nata nel 1973, si laurea presso l’Accademia di Belle Arti dello Shandong e nel 2001 consegue una seconda laurea in disegno tessile all’ Univeristà Qinghua.
Il suo lavoro si sviluppa attraverso una ricerca dedicata all’ astrazione, ma ancora legata ad alcuni riferimenti storici derivanti al realismo cinese.
Dal 2001 espone a Pechino, Weifang, Jinan, Chongqing, Hohhot, Dalian, Denver, Miami, Bangkok, Il Cairo, Parigi, Madrid, Londra, Torino, Berlino,Milano, Barolo, alla biennale di Venezia. Artista completa realizza oltre ai dipinti, sculture, ceramiche, tessuti delle grandi case di moda . scenografie teatrali, video oltre ad essere insegnante di disegno tessile e vicedirettore del dipartimento presso la Shandong University.

Xu De Qi   

www.xudeqi.com
Xu De Qi e’ nato a Jinan nel 1964 ha studiato presso la China Central Accademy of Fine Arts e presso la Shandong Normal University dove insegna dal 1991.

Ha esposto le sue opere alla Biennale dello Shandong, a Pechino, Jinan, Shangai, Hohot, Venezia, Torino, Roma, Cosenza, alla Biennale di Sabbioneta, alla biennale di Venezia, Parigi, Madrid, Londra, Città del Messico. La grande capacità tecnica di Xu De Qi si abbina ad una fantasia ed a una originalità di pensiero unita ad una gioia di vivere ed ottimismo per il futuro che si esplicita in una rivisitazione, ludico-Pop, della grande espansione economica cinese.

friendshiproject.com

Segnalato da Gabriella Serravalle

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here