Jiří Kolář non è propriamente un nome conosciuto da grande pubblico. Eppure è stato il maestro della tecnica del collage.
Il celebre ma non adeguatamente riconosciuto maestro boemo del collage è fonte di ispirazione della nuova mostra di Dario Murri.

NO THREAD – Homage to Jiri Kolar, inaugurata lo scorso 4 marzo, è infatti un personalissimo omaggio che l’artista milanese vuole dedicare all’artista, poeta e scrittore ceco.
Inaugurata lo scorso 4 marzo, è infatti un personalissimo omaggio che l’artista milanese vuole dedicare all’artista, poeta e scrittore ceco.

Dopo la riflessione in chiave POP sul destino degli oggetti del nostro quotidiano, in particolare dei giocattoli, affrontata con la mostra After The Glory, Dario Murri si propone con una serie di libere associazioni tra immagini, rielaborate e riassemblate per generare a loro volta nuove suggestioni, poetiche e irriverenti.


La tecnica espressiva scelta è quella del collage, di cui Jiri Kolar fu uno dei massimi esponenti a livello mondiale, qui però sviluppata e proposta anche in tre dimensioni, per creare un ulteriore gioco di effetti e interazioni con lo spazio e con chi guarda.
Personaggi storici e opere d’arte, del passato e contemporanee, si rincorrono fra loro, “fondendosi” con gli elementi più diversi: oggetti, animali, particolari anatomici ed altri a sorpresa, senza filo logico o soluzione di continuità, come recita il titolo dell’esposizione, ma con l’intento di condurci oltre la semplice “osservazione di un quadro”.
Location della mostra, Noloso, cocktail bar e spazio polifunzionale situato nel cuore del nuovo distretto creativo milanese NoLo, che propone, oltre ai “classici” dj set, esposizioni di opere d’arte e installazioni.

Chi è

Dario Murri
Giornalista, autore e conduttore radio e tv, Dario Murri compie studi classici e si
laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Una lunga frequentazione del mondo
del design e dell’arte (antica, moderna e contemporanea) lo porta ad “uscire allo
scoperto”, con la realizzazione di lavori propri, espressione di una ricerca interiore
ed esteriore, oltre che di una continua osservazione ed elaborazione della società e
delle sue dinamiche “evolutive”.

Scritto da

Steve Fortunato

NOLOSO
Via Luigi Varanini, 5
20127 Milano
dal 4 marzo al 4 aprile 2019

Orari esposizione:
lunedì / domenica ore 18.00 – 01.00