AUTO RITRATTO DI ALESSANDRA SEMPREBONI

Nata nel 1980 a Negrar, un paese nella Valpolicella a Verona, in Italia.
Personalità introversa, contraddittoria, tormentata, a tratti scontrosa, ma solo perchè insicura cresce il suo bisogno di comunicare i propri sogni e visioni e le proprie sensazioni attraverso il disegno, prima ancora che attraverso la vita sociale.
Nel 2001 a Milano, dove studia illustrazione mediante la pittura all’ Istituto Superiore d’Illustrazione , ove avviene la svolta della sua vita.

Il maestro Achille Picco, suo insegnante, notate le sue capacità la allontana dal mondo dell’ illustrazione, e privatamente, la introduce alla pittura.

Da questo momento l’Artista prosegue un cammino di sviluppo che la porta, a miglioramenti della tecnica , ma soprattutto una crescita “umana”.

Gli esiti di questa maturità li incontriamo in mille sfumature delle opere di Alessandra.
Già con i primi lavori, emerge chiaro lo stile delle sue opere.

Atmosfere cupe, colori tenuti.

Nelle sue nature morte emerge una sentita attenzione alla caducità della vita,

  

  
i suoi ritratti evocano gli atteggiamenti dei suoi soggetti, enfatizzandoli con luci ricche di pathos.

    
Alessandra Sempreboni attraverso il colore esprime un velo di sensazioni, teatro di una vita di patimenti e dolcezza, solitudine e ilarità .

Relegando lo sguardo su un particolare del quadro si nota una pittura emozionale, con pennellate istintive , ma calibrate.

   

E’ palpabile la ricerca della forma, che esprime donando ai soggetti una volumetria quasi reale;
“Scava” nel foglio con la matita, come fosse uno scalpello sulla pietra, perchè il tratto rimanga nell’anima.
I volti disegnati dall’Artista non oppongono mistero; rimangono nell’ impronta del loro vissuto e Alessandra sembra voler rubare istanti del soggetto con insolente curiosità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here